Archivio Autore

Screenshot_20190517-180546_1

Alimentare, approvate le piattaforme di rinnovo dei Ccnl industria e cooperazione

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Industria Alimentare

Comunicato stampa unitario

L’Assemblea nazionale delle delegate e dei delegati di Fai, Flai e Uila ha

approvato all’unanimità le Piattaforme di rinnovo dei Ccnl industria e cooperazione alimentare, in scadenza il prossimo 30 novembre, che interessano circa 450 mila lavoratrici e lavoratori, per i quali sono stati chiesti un aumento salariale di 205 euro nel quadriennio e misure innovative in materia di welfare, relazioni industriali e organizzazione del lavoro.

Screenshot_20190517-180546_1 Per quanto riguarda le relazioni industriali, Fai, Flai e Uila chiedono l’avvio di percorsi volti a introdurre forme di partecipazione alle scelte strategiche delle imprese.

Le piattaforme chiedono pari diritti e tutele per tutte le lavoratrici e i lavoratori che svolgono la loro attività all’interno dello stesso perimetro aziendale, considerando le aziende alimentari come vere e proprie “comunità di sito”.

Sull’organizzazione del lavoro, le piattaforme dedicano ampio spazio al tema delle competenze, proponendo almeno 8 ore di formazione continua annua per tutto il personale.
Si chiede inoltre l’ampliamento a tutte le forme di contratti a termine del diritto di precedenza alla riassunzione e misure volte a favorire il ricambio generazionale.

Le piattaforme chiedono inoltre una riduzione dell’orario di lavoro per chi è impiegato in turnazioni a forte flessibilità e norme per regolamentare il diritto alla disconnessione per chi è in smart working e telelavoro. Particolare attenzione è stata poi dedicata al tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, con la richiesta, tra l’altro, di incrementare di 8 ore annue le agibilità sindacali degli RLS e istituire una giornata dedicata a queste tematiche.

Diverse le novità anche sulla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, con la richiesta di 16 ore di permesso retribuito per assistere i figli in caso di malattia, il prolungamento fino a 24 mesi dell’astensione dal lavoro notturno per le lavoratrici madri e 15 giorni di permesso retribuito per i neo papà. Infine, le piattaforme propongono di potenziare il sistema di assistenza sanitaria integrativa, previdenza complementare, assistenza alla maternità/paternità e assicurazione in caso di decesso sui luoghi di lavoro. “Con queste piattaforme vogliamo incrementare le tutele, migliorare le condizioni di vita e di lavoro e redistribuire adeguatamente la ricchezza che in questi anni è stata prodotta dal comparto alimentare”, dichiarano i Segretari Generali Onofrio Rota (Fai Cisl), Giovanni Mininni (Flai Cgil), Stefano Mantegazza (Uila Uil). “Porteremo avanti le nostre proposte con convinzione, confortati del consenso dei lavoratori che rappresentiamo, augurandoci un rapido avvio delle trattative che consenta di rinnovare i contratti entro la data naturale di scadenza”.

Roma, 17 maggio 2019

Ringraziamenti

Elezioni RSU PASTA ZARA di Muggia (TS) Ottimo Risultato della FAI CISL del Friuli Venezia Giulia

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Industria Alimentare



Desideriamo ringraziare, le Lavoratrici ed i Lavoratori che hanno espresso il loro voto di preferenza verso la FAI CISL e/o verso i propri Candidati, facendo così ottenere un ottimo risultato nelle elezioni svoltesi nei giorni 14 e 15 maggio u.s. dove la FAI CISL FVG ha conseguito 76 preferenze su 124 votanti, aggiudicandosi così 2 RSU su 4.

Ringraziamenti Il risultato ottenuto dalla FAI CISL FVG, ha permesso la riconferma di:
– DILAURO MARCO
– KOBLAR MITJA
che sono stati tra tutti i candidati, quelli che hanno conseguito maggiori preferenze:
rispettivamente 38 e 15 voti, a riconoscimento del lavoro svolto con passione, dedizione e professionalità nel precedente mandato.

Positiva anche l’alta partecipazione delle maestranze: infatti l’affluenza ha sfiorato l’82% degli aventi diritto al voto.

Il riscontro elettorale verso la FAI – afferma Claudia Sacilotto, segretaria generale della Fai Cisl Fvg – è per noi il riconoscimento per la costante presenza in azienda dei nostri delegati e del nostro operatore Marco Savi, della buona contrattazione sviluppata in questi anni e non ultimo, della tutela occupazionale verso tutti i lavoratori del sito di Muggia.

Dilauro Marco e Koblar Mitja, assieme alla Segreteria FAI CISL FVG, avranno il compito di proseguire con impegno e coerenza, l’operato sindacale che finora ha contraddistinto la squadra FAI CISL FVG all’interno di Pasta Zara, in un momento particolare contrassegnato dal cambiamento. Un sentito ringraziamento inoltre a tutti i Candidati della FAI CISL che si sono messi in gioco ed a disposizione della nostra Organizzazione, infine ai Componenti la commissione elettorale che con perizia ed impegno han condotto le operazioni di voto.

Claudia Sacilotto – Marco Savi
FAI CISL Friuli Venezia Giulia

forestali

#11maggio: Agroalimentare, Rota (Fai Cisl): “Dal Governo impegni annunciati e disattesi”

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Eventi

Portati in piazza 6000 lavoratori
agricoli, alimentaristi e dell’ambiente

rota Sabato 11 maggio 2019 si è svolta a Roma la mobilitazione nazionale unitaria di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil.
I sindacati dell’agroalimentare hanno portato come promesso 6000 lavoratori in Piazza Bocca della Verità, con un presidio inserito nel solco delle mobilitazioni unitarie promosse da Cgil, Cisl e Uil negli ultimi mesi, a partire dalla grande manifestazione del 9 febbraio. Ha partecipato all’iniziativa anche il Segretario generale aggiunto della Cisl Luigi Sbarra.
“Portiamo la voce di un popolo di 2 milioni di lavoratrici e lavoratori per contestare un Governo che ha dichiarato di aver abolito la povertà, ma in realtà ne sta creando di nuova”, ha detto dal palco il Segretario generale della Fai Cisl Onofrio Rota, intervenuto dopo diversi lavoratori e lavoratrici dell’agroalimentare e dell’ambiente.

lavoratori11maggio Tante le persone coinvolte dalle richieste di Fai Flai e Uila a livello nazionale: 25 mila pescatori, 60 mila forestali, 400 mila alimentaristi, 2 mila allevatori, altri 2 mila dipendenti dei consorzi agrari, 10 mila quelli dei consorzi di bonifica, ai quali si aggiungono 25 mila impiegati e 1 milione e mezzo di operai per l’agricoltura. Tra le richieste avanzate nella piattaforma, gli ammortizzatori sociali per la pesca e quelli per gli operai agricoli dei territori pugliesi colpiti da xylella e gelate, che sono stati riconosciuti solo per metà rispetto a quanto promesso. Ci sono poi le proposte per la valorizzazione dei consorzi di bonifica come strumenti per la tutela idrogeologica del territorio, nonché per rinnovare al più presto i contratti nazionali degli allevatori e dei forestali, scaduti da 10 e 7 anni.

Fai Cisl del Friuli V.G.

Presente anche la Fai Cisl del Friuli V.G.

Presenti anche tanti lavoratori dell’industria alimentare, che si avvicina alla scadenza contrattuale: la prossima settimana i sindacati dovranno approvare la piattaforma definitiva con la quale aprire la negoziazione. “Più salario, più tutele, più welfare sono le basi per il rinnovo di questo come degli altri contratti”, ha tuonato dal palco Onofrio Rota: “Contratti che devono regolare tutti i lavori, tutte le aziende e tutti i lavoratori: è questa la vera tutela, non il salario minimo per legge. Chiediamo a Governo e Parlamento di non fare altri sbagli come quelli sulla liberalizzazione dei voucher e le collaborazioni, intervengano piuttosto contro il dumping contrattuale e sulle troppe tasse pagate ogni mese con la busta paga”.

Al centro della manifestazione, anche la lotta al caporalato, ricordata da tutti e tre i leader dei sindacati di categoria, Onofrio Rota (Fai Cisl), Giovanni Mininni (Flai Cgil) e Stefano Mantegazza (Uila Uil). Secondo Rota “non bastano le ruspe sui ghetti, occorre costruire case, togliere il controllo degli alloggi pubblici alle mafie, toglierlo al sistema clientelare e corruttivo: questa è vera sicurezza, assieme al contrasto delle aziende agricole senza terra.

Gli strumenti per farlo ci sono, occorre dare piena applicazione alla legge 199, sostenere le buone pratiche attivate sui territori grazie al nostro contributo, e poi mettere in campo gli ispettori promessi, che nessuno ha ancora visto. Questo governo – ha detto Rota – parla tanto di Made in Italy ma in realtà sta mortificando il mondo del lavoro agroalimentare, che è il nostro fiore all’occhiello nel mondo”.

P_20190507_095651_1

ATTIVO UNITARIO REGIONALE del Friuli Venezia Giulia Delegati Industria alimentare e Cooperazione alimentare

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Industria Alimentare

IMG-20190507-WA0004 Si sono incontrati a Palmanova oltre 60 Delegati sindacali, tra RSU e RSA, di FAI-Cisl FLAI-Cgil e UILA-Uil occupati nelle Aziende dell’Industria alimentare e Cooperazione alimentare della nostra regione per approvare le ipotesi di piattaforma licenziate a livello nazionale unitario in febbraio u.s. e presentate nei luoghi di lavoro nel corso di circa 50 assemblee.

I lavori della giornata, presieduti da Claudia Sacilotto segretaria regionale della FAI CISL, sono stati aperti dalla relazione introduttiva di Pier Paolo Guerra segretario regionale della Uila Uil che ha dato gli spunti per l’ampio dibattito che ne è seguito.

IMG-20190507-WA0006 Oltre a salario e welfare, le piattaforme affrontano temi importanti, quali: relazioni industriali, appalti, organizzazione del lavoro e sviluppo professionale, mercato del lavoro e formazione professionale, orario e salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, conciliazione tempi di vita e lavoro e, non ultimo la staffetta generazionale in considerazione che il 25% degli occupati nel settore ha un’età anagrafica superiore ai 54 anni.

La richiesta economica, € 205 a parametro 137 che equivale a € 149 al 6^ e ultimo livello del ccnl, mira non solo a tutelare il potere di acquisto delle lavoratrici e lavoratori ma anche a redistribuire la ricchezza prodotta nel settore con l’auspicata conseguenza di incrementare la capacità di spesa ed il rilancio dei consumi interni.

L’industria alimentare si conferma primo settore manifatturiero del Paese per fatturato globale, 140 miliardi di €, e secondo per numero di imprese con quasi 57mila e circa 450mila addetti e la prima filiera del made in Italy; mentre nella nostra regione le imprese sono circa 1.100 con 8.200 addetti.

Nelle conclusioni affidate a Ivano Gualerzi, il Segretario nazionale della Flai Cgil ha ripercorso i tanti punti contenuti nella piattaforma soffermandosi sull’importanza e rafforzamento dei CCNL. Proprio in questo periodo che si riparla di salario minimo, conclude Gualerzi, c’è urgenza di rafforzare i CCNL confederali, a discapito di centinaia di contratti pirata che di fatto tolgono diritti e salario a migliaia di persone.

L’attivo unitario si è concluso con l’approvazione all’unanimità delle piattaforme, degli emendamenti emersi lungo il dibattito e dei nove Delegati che parteciperanno all’Assemblea nazionale, in programma il 16-17 maggio 2019 a Roma, per l’approvazione definitiva della stessa che verrà successivamente inviata alle controparti entro il corrente mese.

Claudia Sacilotto
Segretaria reg.le FAI Cisl FVG

Fabrizio Morocutti
Segretario reg.le FLAI Cgil FVG

Pier Paolo Guerra
Segretario reg.le UILA Uil FVG



Printer Thin Line Vector Icon Isolated on the White Background. Scarica il Comunicato stampa
IMG-20190505-WA0010

5maggio FAI BELLA L’ITALIA: causa maltempo l’iniziativa viene annullata

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Eventi

Oggi 5 maggio per la nostra Federazione si doveva svolgere la “1a Giornata Nazionale per la Cura dell’ambiente” presso il “Bosco della Mantova” a Fagnigola, frazione del Comune di Azzano Decimo.

Locandina 5 maggio FaiBellaLitalia A causa del maltempo purtroppo, l’iniziativa non si è potuta svolgere e pertanto è stata annullata.

Ringraziamo comunque, tutti coloro che si sono adoperati per l’organizzazione della giornata.

IMG-20190505-WA0010

CCNL

Attivo unitario Quadri sindacali per presentazione ipotesi di piattaforma rinnovo CCNL Industria Alimentare e Cooperative trasformazione

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Industria Alimentare

E’ stato convocato in data MARTEDI’ 7 MAGGIO 2019 l’ATTIVO UNITARIO REGIONALE dei Delegati del Friuli Venezia Giulia.

L’iniziativa si svolgerà a Palmanova presso il Meeting Point San Marco (via Scamozzi 5) alle ore 9.30 e servirà a fare la sintesi delle tante assemblee convocate nei luoghi di lavoro ed a presentare eventuali emendamenti alle bozze di piattaforme approvate a livello nazionale unitariamente in data 15 febbraio 2019. Sarà anche l’occasione per eleggere unitariamente i NOVE Delegati che parteciperanno all’Assemblea nazionale che si terrà a Roma nei giorni 16 e 17 maggio p.v.

Questo il programma dei lavori:
– presiede: Claudia Sacilotto, Segretaria regionale FAI CISL del FVG
– relazione introduttiva: Pier Paolo Guerra, Segretario regionale UILA UIL del FVG
– dibattito aperto a tutti i Delegati;
– chiude i lavori: Ivano Gualerzi, Segretario nazionale FLAI CGIL.

Claudia Sacilotto
Segretaria reg.le FAI Cisl FVG

Fabrizio Morocutti
Segretario reg.le FLAI Cgil FVG

Pier Paolo Guerra
Segretario reg.le UILA Uil FVG



Printer Thin Line Vector Icon Isolated on the White Background. Convocazione
Twitter 5 maggio

“FAI BELLA L’ITALIA” 5 MAGGIO la GIORNATA FAI CISL per la CURA dell’AMBIENTE

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Eventi

La Federazione agroalimentare della Cisl rilancia la sfida ecologica
testimonial dell’iniziativa Valerio Rossi Albertini (divulgatore scientifico e ricercatore del CNR)


Locandina_def_2803 In tutte le regioni Italiane si svolgerà domenica 5 maggio la Prima Giornata nazionale della Fai Cisl per la Cura dell’Ambiente, che vedrà mobilitate tutte le Federazioni regionali del sindacato agroalimentare e ambientale della CISL con iniziative rivolte alla salvaguardia del territorio e alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico.

Ad annunciarlo ufficialmente è stato il Segretario generale della Fai Cisl, Onofrio Rota, durante i lavori dell’ultimo Comitato esecutivo nazionale riunitosi a Perugia venerdì 12 aprile u.s.. “È un progetto che parte da lontano – ha detto il sindacalista – e che finalmente trova la sua prima realizzazione. Sarà una giornata che vedrà la Federazione aprire le porte anche ad altre realtà associative ed istituzionali per rilanciare un messaggio da sempre molto a cuore alla FAI CISL: conciliare lo sviluppo economico con la salvaguardia dell’ambiente e della salute, perchè si può e si deve”.

Le Federazioni regionali saranno impegnate in diversi ambiti: chi nella pulizia dei margini dei fiumi, altre raccoglieranno plastica dalle spiagge, altre ancora renderanno accessibili parchi pubblici, aree boschive, sentieri o siti archeologici lasciati in stato di abbandono. A partecipare all’iniziativa, accanto a segretari, dirigenti e iscritti del sindacato, anche giovani volontari, famiglie, studenti.

Per la nostra regione, dichiara la Segretaria regionale Claudia Sacilotto, la località scelta è il

“Bosco della Mantova” a Fagnigola, frazione del Comune di Azzano Decimo (Pn)

La FAI Cisl FVG sarà impegnata nel recupero di un’area boschiva con interventi di pulizia, piccole potature, raddrizzamento delle piante e manutenzione delle aree verdi. L’iniziativa vede il patrocinio del Comune di Azzano Decimo e come partner Legambiente Pordenone, associazione Ecovolontari di Azzano Decimo e il Consiglio di zona dei Soci Coop.

Saranno azioni concrete, ma indubbiamente il progetto ha anche un grande valore simbolico: la FAI CISL vuole fare la propria parte, dimostrare che con piccoli gesti quotidiani si possono fare grandi cose, e soprattutto riportare all’attenzione l’enorme contributo che i lavoratori:
– dell’agroalimentare,
– della bonifica,
– della forestazione,
svolgono ogni giorno per:
– innalzare la qualità del cibo e della nostra agricoltura,
– mettere in sicurezza il territorio,
– agevolare lo sviluppo delle aree rurali,
– incrementare le opportunità offerte dalla green economy

Gli aggiornamenti sull’iniziativa saranno pubblicati sui social della Federazione e sul sito www.faicislfvg.it.

VI ATTENDIAMO NUMEROSI DOMENICA 5 MAGGIO

nel breve seguiranno le indicazioni logistiche.

Printer Thin Line Vector Icon Isolated on the White Background. Comunicato Stampa
anf-fvg

Assegno Nucleo Familiare: dal 1 aprile 2019 si presentano solo ON-LINE (settore privato NON agricolo)

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Informative

Circolare Inps n° 45/2019
anf-fvg Dal 1° Aprile 2019 tutte le domande di Assegno Familiare, di variazione del nucleo e/o delle condizioni economiche, del settore privato, NON AGRICOLO, devono essere presentate direttamente all’Inps esclusivamente in modalità telematica.

Sarà quindi l’Inps a provvedere all’invio al datore di lavoro della documentazione in cui si stabilisce il diritto e gli importi.

Al lavoratore saranno comunicati solo eventuali provvedimenti di rigetto.

Le domande già presentate entro il 31 marzo 2019 non subiranno nessuno modifica e continueranno ad avere efficacia fino a scadenza.

Printer Thin Line Vector Icon Isolated on the White Background. Volantino Informativo
Circolare INPS n.45/2019
trofeo

SINDACATI, CONCLUSO IL CORSO NAZIONALE FAI CISL

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Eventi

IL SEGRETARIO GENERALE ONOFRIO ROTA: “CON LA FORMAZIONE FACCIAMO CULTURA E COSTRUIAMO UNA COMUNITA’ DI VALORI”

Si è svolta oggi al CNEL, dopo due giorni di discussione delle tesine, l’incontro conclusivo del secondo corso nazionale lungo per giovani dirigenti Fai Cisl. Durante l’evento, prima della consegna dei diplomi, sono intervenuti Vincenzo Conso, Presidente della Fondazione Fai Cisl Studi e Ricerche, il Prof. Aldo Carera, il Segretario generale Onofrio Rota, mentre i tutor del corso hanno svolto alcune letture tratte da volumi di Giulio Pastore. In seguito sono giunti i saluti del Presidente del CNEL Tiziano Treu, che si è complimentato per l’impegno della federazione agroalimentare industriale e ambientale della Cisl nell’investire sulla formazione e sulla conoscenza. In conclusione della giornata, in presenza anche di segretari nazionali e regionali della Fai Cisl, sono state consegnate, ai corsisti, ai tutor e al Presidente Treu, alcune opere dello scultore Ignazio Colagrossi.

Il corso si è svolto nel Centro Studi Cisl di Firenze ed ha avuto inizio nel gennaio 2018, con un modulo introduttivo dedicato, in particolare, a rappresentanza e contrattazione. Tanti i temi affrontati dai 23 corsisti per il loro elaborato finale: dalla forestazione come presidio del territorio e prevenzione del dissesto idrogeologico al welfare contrattuale, dal benessere aziendale in diverse importanti realtà dell’industria alimentare alla contrattazione nel settore della pesca, dalla valorizzazione del lavoro della bonifica al contrasto al caporalato in agricoltura.

“Quella di oggi è una giornata che ci riempie di orgoglio, che ci ricorda che il nostro è molto più di un semplice mestiere”, ha detto il Segretario generale della Fai Cisl Onofrio Rota: “Con la formazione, facciamo cultura e costruiamo una comunità di valori, persone con coraggio, competenza, consapevolezza. Avviamo un percorso che deve rivolgersi sempre al bene comune, alla realizzazione della persona, alla dignità del lavoro, in particolare per i comparti che seguiamo, che rappresentano una parte fondamentale del Made in Italy”. gruppo