Archivio Autore

sostegno famiglie

NUOVA COPERTURA SANITARIA GRATUITA CORONAVIRUS per TUTTI gli ADERENTI al FONDO SANITARIO FIS

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Consorzi di Bonifica, Informative

FIS-COVID

In questo periodo di grave emergenza sanitaria che sta coinvolgendo tutti noi ed in maniera particolare i lavoratori del settore delle bonifiche, il Fondo Sanitario FIS, ha messo in campo risorse economiche per offrire nuove soluzioni di sostegno e di protezione per tutti coloro che aderiscono al Fondo, dipendenti e relativi familiari iscritti al Fondo ed in particolare per coloro che sono colpiti da Coronavirus.

In collaborazione con il gruppo Unipolsai, il Fondo sanitario ha messo a punto una nuova copertura sanitaria “Diaria per COVID-19” che entra a far parte dell’attuale Piano Sanitario del Fondo FIS, come garanzia aggiuntiva applicabile a far data dal 1^ gennaio 2020 con scadenza a fine anno 2020.
Le OO.SS. stanno lavorando per il proseguo della copertura anche nel corrente anno!

L’OBIETTIVO È QUELLO DI FORNIRE UN AIUTO ECONOMICO AGLI ISCRITTI AL FONDO POSITIVI AL VIRUS, ATTRAVERSO UNA DIARIA, SIA IN CASO DI RICOVERO SIA IN CASO DI ISOLAMENTO DOMICILIARE.

Di seguito elenchiamo le prestazioni e la documentazione necessaria:

DIARIA per COVID-19
PER L’ATTIVAZIONE DELLA GARANZIA È NECESSARIO:
il referto del tampone che attesti la positività al virus Covid-19, rilasciato dalle Autorità competenti su conferma del Ministero della Salute e/o dell’Istituto Superiore di Sanità;
il referto del tampone “finale” che attesti la negatività al virus Covid-19, rilasciato dalle Autorità competenti su conferma del Ministero della Salute e/o dell’Istituto Superiore di Sanità;
la comunicazione del Dipartimento di Prevenzione che ordina la misura di quarantena/isolamento domiciliare,
in caso di ricovero, la cartella clinica e/o la lettera delle dimissioni.

In caso di ricovero, presso strutture pubbliche individuate per il trattamento del virus dal Ministero, L’ASSICURATO AVRÀ DIRITTO A UN’INDENNITÀ DI € 40,00 PER OGNI NOTTE DI RICOVERO, per un periodo non superiore a 50 giorni all’anno (si specifica che la giornata di ingresso e dimissioni costituiscono un’unica giornata ai fini della corresponsione della diaria).

Qualora, si renda necessario un periodo di isolamento domiciliare, secondo le prescrizioni dei sanitari e con attuazioni delle disposizioni in esso contenute a seguito di positività al virus, L’ASSICURATO AVRÀ DIRITTO A UN’INDENNITÀ DI € 40,00 AL GIORNO, per ogni giorno di permanenza presso il proprio domicilio per un periodo non superiore a 14 giorni all’anno. La diaria giornaliera per isolamento domiciliare verrà corrisposta anche qualora l’Assicurato non abbia preventivamente subito un ricovero.

SU APPUNTAMENTO
gli Operatori della FAI CISL sono a disposizione per inoltrare la pratica

MATERNITA' OTD-AGR

La tutela della maternità per le Lavoratrici agricole a tempo determinato

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in AGRICOLO, Informative

MATERNITA' OTD-AGR La Segreteria della FAI CISL FVG con la Coordinatrice Donne della Federazione, hanno elaborato la presente sintesi con l’obiettivo di dare alle Lavoratrici agricole con contratto a tempo determinato una veloce informativa sui loro ‘particolari’ diritti, nel caso in cui affrontino il bel evento della maternità, diritti che sono sempre condizionati alle giornate di assicurazione Inps.

Per le lavoratrici agricole con contratto a tempo indeterminato valgono invece le stesse regole delle lavoratrici del settore privato, salvo le diversificazioni possibili dai diversi contratti nazionali.

ADESIONE ANTICIPATA, CONGEDO DI MATERNTA’, CONGEDO PARENTALE, RIPOSI PER ALLATTAMENTO ED INDENNITA’…
scarica il nostro volantino e leggi le tutele!!

=>SCARICA IL VOLANTINO

vino

CONTRATTI. FAI-FLAI-UILA, SIGLATO RINNOVO COOPERAZIONE AGRICOLA

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in AGRICOLO

Scarica la sintesi: Clicca qui!

È stata siglata questa notte, in modalità telematica, l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per i lavoratori dipendenti delle cooperative e consorzi agricoli, vigente dal 1 gennaio 2020 al 31 dicembre 2023.
“Questa firma – dichiarano in una nota Fai, Flai e Uila – arriva dopo una lunga trattativa che si è svolta in un contesto economico e sociale molto complesso, nel quale i vari settori produttivi presenti in questo contratto hanno avuto performance economiche molto diverse tra loro. Questo fattore ha notevolmente complicato la trattativa e il risultato ottenuto è il punto di equilibrio tra i vari comparti”.

“L’aumento salariale, pari a 66 euro a regime, è ben superiore all’Ipca prevista.
Tra i punti qualificanti, la certezza dell’integrazione all’indennità di maternità obbligatoria per le lavoratrici a tempo determinato; il riconoscimento delle maggiorazioni retributive in caso di utilizzo della banca ore; 8 ore di permessi annui retribuiti per l’assistenza dei genitori anziani; aumento delle ore di agibilità degli RLS e delle ore di formazione; disciplina dell’istituto delle ferie solidali. Inoltre, si è ottenuto un importante articolo a difesa della dignità delle persone e per il contrasto alle moleste sessuali e al mobbing, nonché l’estensione delle tutele per le donne vittime di violenza di genere”.

“Con la firma di questo contratto – concludono Fai, Flai e Uila – si ribadisce l’importanza della contrattazione nella tutela delle lavoratrici e dei lavoratori. Inoltre, alla luce delle specificità e disomogeneità dei settori a cui si applica questo contratto, è necessario avviare sin da subito un forte impegno per i rinnovi dei contratti di secondo livello, in modo da poter redistribuire ulteriormente la ricchezza prodotta a livello territoriale e aziendale, così come previsto dagli attuali assetti contrattuali”

fishverygood

Fish Very Good: scegli il pesce del FVG

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Attualità, Eventi, Informative, PESCA

Il GAC FVG e la FAI Cisl FVG promuovono il consumo del pesce locale

Nelle giornate di sabato 12 dicembre e del 17 e 23 dicembre p.v. tramite le pagine di quotidiani locali, verrà promosso il consumo del pesce della nostra regione.

L’attività di promozione, attuata dal FLAG GAC FVG (Gruppo di Azione Costiera) di cui la FAI Cisl FVG è componente, ha lo scopo di incentivare le famiglie al consumo di pesce locale e stagionale, per sostenere il comparto della pesca in questo momento di difficoltà.

In questi tre giorni, all’interno delle testate giornalistiche, verrà descritta una diversa tipologia di pesce (Sogliola, Cuore di Laguna e Anguilla) caratteristiche della nostra Regione e tramite la pagina Facebook di Fish Very Good si potranno trovare consigli utili per come cucinarlo, in previsione delle feste natalizie.

Per la FAI Cisl FVG sostenere i prodotti ittici del nostro mare e delle lagune
vuol dire sostenere gli operatori e la comunità della pesca regionale

A NATALE SCEGLI il PESCE della NOSTRA REGIONE
e se vai a festeggiare le prossime FESTIVITA’ in qualche LOCALE …. consuma
PESCE proveniente dal nostro mare e/o laguna della NOSTRA REGIONE


fishverygood

industria alimentare

CCNL Cooperazione alimentare. Fai, Flai, Uila: sottoscritto accordo di rinnovo, aumento salariale di 119 euro

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Cooperative di trasformazione alimentare

Dopo una lunga e intensa trattativa, svoltasi in videoconferenza, Fai, Flai e Uila hanno sottoscritto, nella tarda serata di ieri, l’ipotesi di accordo di rinnovo del Ccnl Cooperazione Alimentare. Con questa firma, e con quella del Ccnl Industria alimentare dello scorso 31 luglio, gli oltre 450 mila lavoratrici e lavoratori del comparto agroindustriale hanno finalmente visto rinnovato il proprio contratto nazionale di lavoro.

L’intesa raggiunta influisce positivamente sulle tutele, i diritti e il salario degli addetti di settore. Nella parte normativa sono state introdotte alcune norme per dare risposte alle repentine trasformazioni del mercato del lavoro, prevedendo la partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori alle scelte strategiche che verranno effettuate dall’azienda.

Di notevole importanza l’affermazione della volontà di costituire delle comunità di sito in cui non esistono lavoratori di Serie A e Serie B. Verrà, inoltre, impedita l’applicazione di CCNL non rappresentativi evitando dunque il proliferare di contratti d’appalto peggiorativi rispetto all’attività svolta.

Per sostenere le nuove necessità delle lavoratrici e dei lavoratori, emerse in modo palese in questo difficilissimo 2020, tramite il potenziamento della formazione si creeranno importanti opportunità di professionalizzazione e si potranno sfruttare le potenzialità di un sistema di lavoro agile moderno e in linea con le principali esigenze della nuova categoria di smart worker. Rispetto alla salute e sicurezza dei lavoratori, è stata introdotta una giornata da dedicare a questo tema.

Si continuerà, poi, nel percorso di miglioramento della qualità della vita dei lavoratori anche grazie all’introduzione di strumenti a sostegno per la genitorialità e l’assistenza familiare. È stata, infatti, prolungata di ulteriori tre mesi l’esenzione dal lavoro notturno per la lavoratrice madre e per il lavoratore padre sono stati previsti un ulteriore giorno di permesso retribuito per della nascita del figlio; inoltre son previste otto ore di permesso per l’inserimento all’asilo nido del figlio e otto ore di permesso retribuito per il sostegno di genitori ultra 75enni in caso di necessità mediche.

Sul welfare, anche in ragione dell’attuale emergenza sanitaria, è stato incrementato di 3,50 € il versamento delle aziende al Filcoop sanitario per incrementarne le prestazioni. Per incrementare, inoltre, l’adesione delle Aziende ai Fondi bilaterali è stato previsto che le imprese non aderenti dovranno corrispondere alle lavoratrici e ai lavoratori, oltre a garantire prestazioni equivalenti, 20 euro mensili in busta paga.

Dal punto di vista salariale, l’aumento dei minimi tabellari concordato è pari a 84 €, a parametro 137, nel quadriennio, suddiviso in quattro tranches (21,43 € dal 1/12/2019, 20,85 € dal 1/9/2021, 20,85 € dal 1/1/2022 e 20,87 € dal 1/1/2023). A tale importo, si aggiunge l’incremento aggiuntivo della retribuzione, pari a 35 € a parametro 137 che, da aprile 2023, entrerà a far parte della retribuzione. L’aumento complessivo, a regime, è quindi di 119 euro, cifra al di sopra delle previsioni IPCA. Nei prossimi giorni sarà avviata la consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori per l’approvazione dell’intesa raggiunta.

Furlan-ritratto

Furlan: “La battaglia dei lavoratori pubblici è la battaglia di tutti noi per la dignità del lavoro e della persona, perché senza i servizi siamo tutti più soli e più deboli”

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Attualità

Care delegate, cari delegati,
il 9 dicembre i sindacati della Pubblica amministrazione di Cisl, Cgil e Uil hanno dichiarato sciopero della categoria per cambiare e migliorare la PA, per la sicurezza nel lavoro, per le assunzioni in tutti i settori pubblici e per il rinnovo del contratto.

Scioperano lavoratori che hanno pagato un prezzo altissimo anche in termini di contagi e morti nei luoghi di lavoro a causa del Covid, lavoratori che per 12 anni non hanno rinnovato il contratto, che hanno la contrattazione aziendale bloccata in un settore importante per il sistema Paese dove sono presenti 350.000 lavoratori precari con contratti a scadenza, nell’incertezza per il loro futuro e quello della loro famiglia.

Furlan pa I diritti di cittadinanza passano per l’efficacia e la puntualità del lavoro pubblico: non c’è qualità del servizio se non c’è qualità del e nel lavoro, non c’è diritto alla salute senza strutture adeguate e personale sanitario, non c’è sostegno alla famiglia e alla natalità quando mancano asili nido, strutture e personale nel sociale a sostegno della disabilità e della non autosufficienza, non c’è diritto alla sicurezza quando mancano strumenti e lavoratori dedicati!

La PA ha bisogno di riformarsi e innovarsi, ha bisogno di un grande piano di digitalizzazione e formazione, ma per fare tutto questo occorrono investimenti, visione e partecipazione dei lavoratori. Lo Stato datore di lavoro per i dipendenti pubblici non può non riconoscere il diritto al contratto per i suoi lavoratori, un contratto già scaduto da oltre 2 anni. Non si sostituisce la contrattazione con le circolari ministeriali, non è così che si realizza il cambiamento, questa è una mentalità vecchia e improduttiva.

Oggi il Paese tutto fa i conti con le scelte sbagliate del passato, tagli ai posti letto, alle piante organiche del personale, centinaia di migliaia di posti di lavoro pubblico cancellati, servizi ridotti all’osso. Tutto questo ha creato un Paese più diviso, ingiusto, diseguale e l’emergenza pandemica ha fatto emergere drammaticamente quanto il lavoro pubblico faccia la differenza! In questo contesto gli attacchi volgari che in questi giorni sono stati fatti ai sindacati confederali dopo la dichiarazione dello sciopero hanno un unico scopo: indebolire il sindacato e dividere i lavoratori, forse per distogliere l’attenzione sui veri problemi del Paese!

La battaglia dei lavoratori pubblici è la battaglia di tutti noi per la dignità del lavoro e della persona, perché senza i servizi siamo tutti più soli e più deboli.

Fraterni saluti
Annamaria Furlan

operai agricoli

DISOCCUPAZIONE AGRICOLA / ȘOMAJ AGRICOL / DENARNO NADOMESTILO ZA BRESPOSELNOST V KMETIJSTVU

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in AGRICOLO

SEI UN LAVORATORE AGRICOLO ??
Se hai avuto, nel corso del 2020, un rapporto di lavoro agricolo, anche per l’intero anno o per pochi giorni, potresti aver diritto alla DISOCCUPAZIONE AGRICOLA: Dipendenti a tempo determinato-avventizi, Dipendenti a tempo indeterminato ma, non per tutto l’anno solare!!

MUNCEȘTI ȊN AGRICULTURA ??
Dacă în cursul anului 2020 ai avut un contract de muncă in agricultură pentru câteva zile sau chiar pe tot anul, ai putea avea dreptul să primeşti ȘOMAJ AGRICOL: Angajați pe o perioadă determinată , Angajați pe o perioadă nedeterminată dar nu pe tot anul solar!!

Si kmetijski delavec ??
Če je bilo tvoje delovno razmerje v kmetijstvu leta 2020 letno ali samo nekaj dnevo, lahko pridobiš DENARNO NADOMESTILO ZA BRESPOSELNOST V KMETIJSTVU: Začasno zaposleni in priložnostni delavci, Zaposleni za nedoločen čas A ne za celo sončno leto!!

ITALIA
DS2021_Italiano

ROMÂNIA
DS2021_Rumeno

SLOVENIJA
DS2021_Slovenio


CHIAMA, SUNAȚI AICI, KDO LJUBI
Udine
– Gobbo Stefano 331.6461275
– Longo Giovanni 337.1576642
Pordenone
– Menegoz Andrea 338.7853911
– Molaro Maria Angela 334.6645620
Gorizia Trieste
– Marco Savi 333.6580833
25novembre

PARITÀ, FAI CISL: NON C’È RIPARTENZA SENZA STOP A VIOLENZA E DISCRIMINAZIONI

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Attualità


Rota: “Conquiste rilevanti nel rinnovo del contratto alimentare”

ROMA, 25 NOVEMBRE 2020 – “Il problema della violenza di genere è profondamente culturale, va affrontato rimodulando pensieri e linguaggi, ma anche intervenendo su tanti aspetti concreti, legati all’economia, al lavoro, alla nostra legislazione.
Rilanciamo il bisogno di un’agenda politica che metta la parità al centro della roadmap per uscire dalla crisi, perché non può esserci ripartenza senza lo stop alle discriminazioni di genere, senza politiche aggiornate per una società più equa, senza concrete opportunità occupazionali per le donne”.

Lo ha detto il segretario generale della Fai Cisl intervenendo oggi al webinar “Diritti, tutele e parità di genere: un impegno per tutti”, organizzato dal sindacato agroalimentare e ambientale in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

I settori agroalimentari, è emerso durante l’incontro, devono molto alla presenza femminile. Non solo in agricoltura, ma anche nell’industria alimentare. “Settore – ha affermato Rota – in cui il rinnovo contrattuale è stato il luogo più idoneo proprio per costruire conquiste rilevanti sui temi della conciliazione tra tempi di vita e lavoro, del potenziamento e accesso al lavoro agile, dell’estensione dei congedi parentali, dell’esenzione dal lavoro notturno per le lavoratrici che rientrano dalla maternità, del congedo per le donne vittime di violenza”.

All’incontro, è intervenuta anche Valentina Cardinali, Ricercatrice Inapp e Consigliera di parità della Regione Lazio: “Confidiamo nel Recovery Plan – ha affermato – per avere nuove risorse con le quali investire sui cambiamenti necessari”.

Mentre la segretaria nazionale della Fai Cisl, Raffaella Buonaguro, ha ricordato la campagna del sindacato europeo CES-ETUC sulla trasparenza salariale di genere, alla quale ha aderito anche la Federazione: “Esiste un divario del 16% in tutta Europa tra la retribuzione lorda oraria degli uomini e delle donne – ha detto la sindacalista – per questo occorre investire sulla riduzione del divario salariale e su misure che consentano alle donne di rimanere nel posto di lavoro”.

pesca-corde

Fai Cisl Pesca: presentata la piattaforma unitaria per il rinnovo CCNL Cooperative di Pesca

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in PESCA

Il 16 novembre u.s. si è svolto in videoconferenza il primo incontro per il rinnovo del CCNL Imbarcati su natanti di Cooperative di Pesca.
La Delegazione trattante di FAI Cisl, FLAI Cgil e UILA Uil ha presentato la piattaforma di rinnovo a seguito anche delle assemblee svolte sul territorio che l’hanno approvata. La controparte, formata da AGCI-Agrital, Legacoop e Federcoopesca-Confcooperative, ha mostrato disponibilità a continuare la trattativa ma al contempo ha voluto marcare le difficoltà del settore per le problematiche Covid-19 e la situazione di attuazione di alcune norme legislative Europee e Nazionali.

Nel suo intervento il Segretario Nazionale della FAI Cisl, Patrizio Giorni, è entrato sull’aspetto economico con la richiesta dell’aumento retributivo del 6,5% sull’indice IPCA, sul rafforzamento della bilateralità di settore con il Fondo EbiPesca e sull’intensificazione degli accordi territoriali o di marineria per tutelare i marittimi in relazione alle differenti tipologie di pesca.

Tra gli articoli proposti nella piattaforma si segnala: il nuovo articolo sul congedo matrimoniale di 15 giorni per il marittimo imbarcato e l’aumento da parte dell’impresa da 10 a 30 euro sul Fondo EbiPesca per il trattamento economico in caso di malattia e infortunio.

Durante l’incontro le OO.SS. hanno chiesto di attivarsi anche per rinnovare il CCNL del Personale non Imbarcato, fortemente collegato alle attività di maricoltura e acquacoltura trovando la disponibilità della Controparte per un incontro in tempi brevi.

Le trattative per il rinnovo del CCNL Cooperative di Pesca riprenderanno in Delegazione ristretta il 16 dicembre 2020 e il 12 gennaio 2021.

Marco Savi
Coordinatore Pesca FAI CISL FVG

Relazione Coordinamento FAI CISL PESCA Nazionale – 18 novembre 2020
Il Coordinamento Nazionale Pesca della FAI Cisl si è riunito in videoconferenza alla presenza del Segretario nazionale Patrizio Giorni, del Segretario uscente Silvano Giangiacomi, unitamente ai Coordinatori delle varie regioni d’Italia il 18 novembre 2020.

Clicca qui e scarica la Relazione

striscione

Aumenta la preoccupazione tra i 220 dipendenti del Consorzio Agrario FVG

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in AGRICOLO, Consorzi Agrari

Segretari regionali di FAI CISL e FLAI CGIL ed i Rappresentanti sindacali ritengono costruttivo l’approdo “della partita” attinente al Consorzio Agrario del Friuli Venezia Giulia in un’Aula istituzionale. Precisamente all’interno della II Commissione regionale e che vi abbia partecipato anche l’Assessore regionale all’agricoltura Stefano Zannier.

MV2020-11-20 In questa Sede, i vertici consortili del FVG hanno esposto quanto già evidenziato alle Strutture Sindacali nell’incontro tenutosi con il Consorzio Agrario a Basiliano il 20 ottobre us.
“Riunione dove è stato ribadito la necessità di avere – commentano i Segretari regionali di FAI Cisl e FLAI Cgil Claudia Sacilotto e Alessandro Zanotto – i necessari elementi di garanzia occupazionale per i 220 lavoratori e contemporaneamente tutte le indispensabili traiettorie sul futuro organizzativo e professionale delle persone assunte in consorzio.
Senza sosta: su questi caposaldi sindacali continueremo a batterci!!
Nella stessa occasione di confronto abbiamo chiesto di conoscere il Piano Industriale che tanto si parla in queste settimane e ribadito l’importanza del mantenimento dell’autonomia gestionale dell’agricoltura regionale.”

Continuano Sacilotto e Zanotto: “è evidente la percezione che il mondo agricolo regionale sia spaccato su questa operazione “di aggregazione” e l’accelerata impressa in questi ultimi giorni per coinvolgere anche il nostro territorio al Progetto nazionale non aiuta di certo ad attenuare le tensioni che si diffondono tra le lavoratrici e i lavoratori del Consorzio Agrario che temono per il loro futuro.”

Il non potersi incontrare in assemblea sindacale, per le previste attuali norme di sicurezza, amplificano le angosce del momento.
Ma i Segretari regionali di FAI CISL e FLAI CGIL Sacilotto e Zanotto rassicurano i lavoratori, che in questa che oramai è diventata quasi una competizione tra una visione centralista dello sviluppo agricolo e quella locale, sono dapprincipio in prima linea per pretendere e chiedere, come previsto da Contratto Nazionale, relazioni industriali efficaci, diritti ad informazioni descrittive, chiarezza e trasparenza non solo sulle Linee Generali del Piano ma anche sulle realistiche ricadute del progetto sul territorio, condizioni queste capaci di assicurare garanzie occupazionali e professionali ai dipendenti del Consorzio ma anche dedite ad allargare una visione completa del settore nell’interesse di tutti i lavoratori e le lavoratrici delle aziende che vi gravitano intorno.

“Per questo – concludono Claudia Sacilotto e Alessandro Zanotto –è necessario che il mondo agricolo abbia la capacità di avviare un confronto d’insieme, attento e costruttivo, che risponda effettivamente alle vere esigenze, la cui gestione se allontanata dal territorio non abbia altre logiche.”