Barilal pasta zara

PASSAGGIO PASTA ZARA-BARILLA, SODDISFAZIONE DELLA CISL

Scritto da FAI Cisl FVG on . Postato in Industria Alimentare

Garantita la continuità produttiva di un sito strategico

Dilauro Marco - Savi Marco

Dilauro Marco – Savi Marco

Via libera, dal primo ottobre, al passaggio di Pasta Zara al Gruppo Barilla: l’ok è arrivato stamani, dopo tre giorni di confronto, dalla consultazione delle Rsu prevista dall’ex art. 47 della legge 428/1990. L’intesa sindacale siglata con il colosso emiliano segna un punto importante per l’industria triestina e regionale e la positiva conclusione di una vicenda iniziata con la procedura di concordato a maggio 2018. Tra gli asset dell’accordo, vi sono il passaggio dei 153 dipendenti attualmente in forza e la continuità dei contratti di somministrazione, il mantenimento del contratto collettivo nazionale di lavoro del settore alimentare e degli attuali inquadramenti e delle indennità in essere, oltre all’istituzione del premio per obiettivi, già dal 2021.

L’intesa – commentano con soddisfazione per la Fai Cisl Fvg, la segretaria generale Claudia Sacilotto, il referente territoriale Marco Savi e la Rsu Marco Di Lauro – dà continuità ad un sito produttivo strategico non solo per il territorio di Trieste, ma per tutta la regione, specialmente in un momento così complicato e critico sul fronte dell’occupazione e per l’economia locale”. Va dato anche atto e merito – si legge in una nota del Sindacato – della disponibilità della dirigenza presente al tavolo al dialogo e a relazioni sindacali improntate alla costruzione di percorsi di confronto condivisi, che hanno facilitato l’ingresso di Barilla e tenuto sempre in salda considerazione l’importanza delle maestranze quali risorsa per l’impresa.

Piena soddisfazione arriva anche dalla Cisl di Trieste per il risultato raggiunto dalla Fai attraverso la contrattazione sindacale e che ha garantito il mantenimento dei livelli occupazionali e messo le basi per uno sviluppo futuro del sito industriale di Muggia, a beneficio dell’economia di tutto il territorio giuliano.

L’intesa raggiunta sarà illustrata, nella sua complessità e nel buon risultato, ai lavoratori nel corso delle assemblee che si terranno nell’ultima settimana di agosto.

Trieste, 5 agosto 2020