RINNOVATO CCNL CONSORZI BONIFICA

Nella serata del 9 dicembre u.s. è stato firmato il rinnovo del CCNL dei Consorzi di Bonifica e di
miglioramento fondiario.
Un ottimo risultato ottenuto anche grazie al prezioso lavoro della nostra delegazione trattante e
tenendo conto dei tempi notevolmente ridotti rispetto ai precedenti rinnovi.

In breve elenchiamo i punti salienti dell’accordo fermo restando che al più presto invieremo una
circolare esplicativa con tutte le novità che modificano il vecchio testo contrattuale.

• In tema di classificazione verrà istituito un gruppo di lavoro importante ed operativo per
esaminare le varie problematiche nate dal passaggio del vecchio sistema classificatorio a
quello in vigore dal 1° novembre 2009 ed eventuali altre esigenze;

• Nell’art. 20 in tema di permessi oltre la dizione (provinciali) è stata inserito anche il termine
(territoriali) questo per ovviare ai problemi sorti dove è stata effettuata la regionalizzazione
e venivano conseguentemente negati i permessi poiché il CCNL parlava solo di provinciali;

• In tema di reperibilità viene prevista l’obbligatorietà per i Consorzi di predisporre i
calendari bimestrali mentre l’aumento dell’indennità giornaliera passa da 15 a 20 euro per i
giorni feriali e da 20 a 30 euro per i festivi.

• Viene riconosciuto il parametro maggiorato di due punti per formazione anche alle aree C è
D, così come era già previsto per le altre aree.

• Per gli OTD che fanno più di 90 giornate, 2 giorni di permesso straordinario per eventi
eccezionali e possibilità di usufruire della banca ore;

• Inserimento della possibilità di regolare le ferie solidali;

• gruppo di lavoro per definire il numero delle rappresentanze sindacali nel caso di
accorpamenti o fusioni oltre che le ore relative di assemblea;

• Impegno a modificare l’allegato U sulle molestie sessuali e mobbing alla luce dell’accordo
26 aprile 2007 sulle molestie e violenze sui luoghi di lavoro;

• Incremento salariale del 5,6% con il primo aumento dell’1% a partire da luglio 2019 e poi
due trance l’anno per gli anni 2020-21-22 (una a gennaio ed una a settembre);

• Introdotte modifiche in tema di licenziamenti e sulle possibilità da parte dei quadri di
collaborazioni tra più Consorzi.

Infine è stato anche siglato l’Accordo per l’attuazione della Legge 12 giugno 1990 n. 146 in
tema di sciopero nei servizi pubblici essenziali che andrà a sostituire il vecchio Allegato U
del CCNL 2005.

La Fai Cisl da sempre insiste sull’importanza dei Consorzi di Bonifica e sulla essenzialità del ruolo
che svolgono per il nostro bellissimo, ma difficile e ormai disastrato territorio e il CCNL è il giusto
riconoscimento al valore del lavoro svolto dagli addetti del settore e alle loro considerevoli
professionalità.